Presentata ufficialmente la XIV edizione di Segni d’Infanzia che si terrà a Mantova dal 26 ottobre al 3 novembre 2019: nove giorni con più di 200 eventi tra spettacoli, laboratori, performance e spazi di confronto e dibattito, per un Festival che sempre più offre stimoli e spunti di riflessione e vuole contribuire ad essere motore di cambiamenti, dal piccolo al grande.

Tra gli argomenti focus di questa edizione il cambiamento climatico,  che vede nella giornata del 30 ottobre due appuntamenti aperti a tutti: I giovani europei, l’artico e i cambiamenti climatici e il Teen Kitchen Table – Ambasciatori del cambiamento, realizzati in collaborazione e con il sostegno di Commissione europea, Parlamento europeo, Reale Ambasciata di Norvegia, Tea e Parco del Mincio all’interno del quale tra i vari interventi, sono previsti quelli di due ricercatori, il glaciologo Valter Maggi e l’idrologo Marco Borga, entrambi sostenuti nel loro lavoro dall’Unione europea, per raccontare quello che sta succedendo all’Artico e quello che si dovrebbe fare per porre rimedio ai cambiamenti climatici. Un format innovativo che vede alla conduzione i giovani TEEN Ambassador e porta testimonianze esemplari e punti di vista inediti su un tema attuale e fortemente sentito dai giovani di tutto Europa.

Simbolo di SEGNI 2019, il cavallo disegnato da Giulio Romano nell’anno in cui Mantova gli rende omaggio con due importanti mostre. «Il Festival SEGNI rientra a pieno titolo nella cultura della città – ha detto il vice sindaco Buvoli – coinvolge le famiglie e dà alla comunità dei momenti di approfondimento e di partecipazione contribuendo a far conoscere ai più piccoli un concetto di cultura a 360 gradi. La cultura contiene tutto, riguarda diversi aspetti, a partire dalla cultura dell’ambiente».

A sostenere la tematica della sostenibilità e dello sviluppo sostenibile anche Tea spa, importante sponsor del Festival presente nelle iniziative dedicate a questi temi, tra cui lo spettacolo Super Eureka per famiglie e bambini a partire dai 6 anni, e con un segno tangibile come racconta Laura Genovesi, addetta stampa del gruppo: «installeremo anche nel Bistrò di SEGNI, presso la Loggia del Grano, un erogatore con brocche e borracce, per promuovere la riduzione della plastica monouso a favore dell’acqua dell’acquedotto che è buona, controllate e a km zero, da usare sempre perché sostenibile».

Per la ricca programmazione di SEGNI 2019 si rimanda alla App gratuita Festival Segni e al programma in distribuzione.

/www.segnidinfanzia.org/