L’ASST di Mantova è il centro di riferimento regionale per la rete Stemi (infarto miocardico) e Stroke (ictus cerebrale): lo ha deciso Regione Lombardia, individuando ospedali hub che possano garantire l’assistenza per le urgenze non Covid.

Una scelta strategica per creare maggiore disponibilità negli altri ospedali per pazienti affetti da Coronavirus. L’ASST di Mantova dipenderà invece dagli Spedali Civili di Brescia per la neurochirurgia e i traumi maggiori.

La filiera parto di ASST rimarrà attiva, ad eccezione del Punto Nascita di Asola che è stato sospeso: i parti si concentreranno all’ospedale di Mantova. Il personale del presidio asolano potenzierà invece la rete dei consultori locali.

A seguito della delibera di Giunta Regionale dell’8 marzo, l’attività ambulatoriale di tutti i presidi di ASST è SOSPESA, ad eccezione delle prestazioni prenotate con classe di priorità U (entro 72 ore) e B (entro 10gg). Sono salvaguardate le prestazioni già prenotate legate a patologie oncologiche e alla gravidanza.

È SOSPESA l’intera offerta di prestazioni in regime di libera professione, sia interna che nei centri convenzionati. Gli uffici di ASST stanno contattando tutti i pazienti in lista d’attesa per i quali nei prossimi giorni era previsto l’appuntamento.

È SOSPESA l’attività di rilascio patenti e altre certificazioni medico legali, la commissione invalidi e la commissione patenti. Sono regolarmente aperti i consultori, i servizi di psichiatria territoriali, di neuropsichiatria, delle dipendenze. Sono in corso le attività di screening del tumore della cervice uterina, della mammella, del colon retto. Saranno riaperti i calendari per le vaccinazioni da mercoledì 11 marzo.

Per consentire la più ampia diffusione delle informazioni sulle sospensioni delle attività ambulatoriali  sono stati attivati, a partire dal 10 marzo, dalle 9 alle 13 e dalle 13.30 alle 17  i seguenti contatti telefonici: Mantova 0376 201443-0376 435415–0376 435416; Asola 0376 721552; Bozzolo 0376 90932; Borgo Mantovano 0386 717364.